pagina facebook di targa system
targa system sistema riconoscimento targhe
e' un prodotto gameclub s.r.l.
targa system è made in italy
made in

italy

La tua città è più SICURA con Targa System

Il Sistema di riconoscimento targhe

Progettato per le forze dell'ordine

Per togliere definitivamente dalla circolazione i veicoli potenzialmente pericolosi per la sicurezza stradale

dicono di noi

L’esercito delle auto fuorilegge sui controlli nuovo giro di vite
Arriva un’altra telecamera. Quasi 1.500 vetture senza assicurazione in un anno
VERONA Compie un anno. E sulla torta dovrebbero esserci 1.453 candeline. E altre 1.416. insomma, un tripudio. Tanto che adesso lui, a Verona, triplica. E pensare che a marzo dell’anno scorso quando la società vicentina Game Club lo propose alle amministrazioni comunali, fu la prima a crederci e ad acquistarlo fu quella di Verona. Era marzo del 2014 quando alla polizia municipale arrivarono in dote due strane telecamere con treppiede e computer portatile.
Nome inglese che fa altisonante, per quel «Targa System» che, tradotto, è il rilevatore di targhe.
Verona fu la prima in Veneto a utilizzare quel metodo che sembrava rivoluzionario più nelle promesse che nella realtà. Perché controllare in tempo reale, attraverso la targa, la situazione assicurativa, la revisione e l’eventuale furto sembrava cosa da fantascienza. E in vece no. Invece, un anno dopo, dati alla mano, si può dire che, almeno in questo caso, la realtà ha superato la fantasia. E quel sistema funziona talmente bene che proprio ieri è stato approvato l’acquisto di un terzo targa system, che andrà a sostituire il primo e che, più evoluto, avrà un sistema «wireless» quindi senza cavi e con una miglior efficenza sulla rete. Hanno sfangato le targhe di migliaia di mezzi che transitano e sostano sulle strade cittadine, quelle due telecamere, il cui computer è collegato alle banche dati della motorizzazione, dell’Ania (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici) e a quella sui veicoli rubati. In un anno, a Verona, su 2.316 veicoli scoperti senza assicurazione più della metà, vale a dire 1.453 sono stati beccati grazie al Targa System, che ne ha individuati alcuni che erano senza copertura dal 2011. «Un lavoro - spiega il comandante della polizia municipale Luigi Altamura - che umanamente non sarebbe possibile fare e che è fondamentale anche sul fronte della sicurezza». Lo sarà ancora di più tra qualche settimana, quando dovrebbe entrare in vigore la normativa che bandisce l’obbligo di esporre il tagliando assicurativo sul parabrezza. Ma quello delle assicurazioni che rimane il settore più delicato dal punto di vista della sicurezza, perché in caso di incidente vengono a mancare tutte le coperture finanziarie anche per le eventuali vittime è solo uno dei tre «raggi d’azione del sistema. Sul fronte delle mancate revisioni sono stati 1.416 i veicoli pizzicati con l’identificazione della targa. «Stiamo aspettando che il governo vari il decreto per collegare al sistema anche le telecamere fisse che ci sono ai varchi e agli incroci», continua Altamura. E allora sarebbe praticamente impossibile a qualsivoglia furbetto stradale gabbare i controlli. Che, cosa non secondaria, hanno rimpinguato non poco dal punto di vista economico le casse comunali. Ieri uno dei due Targa System era in via Vigasio. E il tempo per soffiare e spegnere una delle candeline sull’ipotetica torta del primo compleanno è lo stesso che il sistema impiega per controllare una targa. Via Vigasio è una di quelle strade che, in termine tecnico, vengono definite «arterie». Una strada che in realtà è l’appendice di una provinciale. È su quelle, per evitare anche che mezzi «fuorilegge» entrino in città, che il sistema viene utilizzato. Dai campi a grano ed erba medica via Vigasio s’ingloba nei caseggiati che fanno da periferia alla città. Strada ad «alto scorrimento». Ieri pomeriggio a scorrere davanti a uno dei due Targa System in dotazione alla polizia municipale erano auto, camion, moto. Prima la telecamera sul treppiede. Vicino la pattuglia della polizia municipale con il computer su cui passavano le radiografie delle auto. A duecento metri altre due pattuglie, per fermare i mezzi che non risultano in regola. È stato così che sono state trovati nel giro di tre ore quattro veicoli senza revisione. Quando è passato uno station wagon è scattato l’alert. L’assicurazione risultava scaduta il 31 marzo. L’auto è stata fermata e rientrava nei 15 giorni «finestra », quindi in regola. Il tempo dalla «foto» alla risposta della banca dati è stato di due secondi. Giusto quello perprendere fiato e soffiare su una candelina.
Angiola Petronio
corriere del veneto

Lo strumento è un ottimo supporto all'operatore di polizia locale che può "scandagliare" in maniera automatica centinaia di autoveicoli in pochi minuti e procedere al controllo esclusivamente di quelle situazioni per il quale il software lancia l'alert. Dal mese di maggio infatti ha permesso di scovare ben 35 autoveicoli che circolavano senza assicurazioni ed oltre 100 che circolavano senza la prescritta revisione periodica, scaduta in taluni casi da diversi anni. SI tratta di un supporto che cambia radicalmente il metodo di lavoro, poichè vengono individuati tutti i veicoli che a causa della mancata copertura assicurativa, o di una cattiva manutenzione possono causare gravi danni atutti gli utenti della strada che circolano regolarmente"

Da maggio 2014 il Comando di polizia locale di Malo (VI) si è dotato di strumentazione "targaSystem", atta rilevare quei veicoli che circolano senza copertura assicurativa, senza aver effettuato la prescritta visita di revisione periodica e oggetto di furto. Si è trattato di una NETTA EVOLUZIONE per quanto concerne la modalità di accertamento dell'illecito per l'operatore di polizia, poichè consente di invididuare, a priori e con la quasi assoluta certezza, chi commette determinate violazioni al Codice della Strada. Ad oggi il Comando ha così potuto accertare oltre 150 verbali per omesse revisioni e oltre 15 mancate coperture assicurative. Tale strumentazione ha il vantaggio di fornire in pochissimi secondi un'immagine del veicolo a colori, funzione bene di giorno e di notte oltre ad essere di facile installazione ed utilizzo.

Articoli di giornale